Choro de Rua em gotas / in pillole

— CHORO DE RUA EM GOTAS, hoje tem mais um episódio da série que está fazendo estremecer as relações diplomáticas internacionais! Às 16.30 horário brasileiro, às 21.30 horário italiano! Curta agora mesmo a página do Choro de Rua, caso você ainda não o tenha feito!

— CHORO DE RUA IN PILLOLE, oggi c’è un’altra puntata della serie che sta facendo tremare le relazioni diplomatiche internazionali! Alle 16.30 orario brasiliano, alle 21.30 orario italiano! Se ancora non l’hai fatto, metti subito il tuo MI PIACE sulla pagina di Choro de Rua!

http://www.facebook.com/choroderua

Choro de Rua em gotas

Choro de Rua em gotas

40ºC di choro al mare!

Super weekend di Choro in zona Comacchio, fra delta del Po, Salina di Comacchio, lidi e pinete! Grazie a Marco Zanotti per averci accompagnato con il suo trasporto e la sua passione in due di questi concerti, ad Euphonie per averci invitati e per aver organizzato tutto, grazie a Rudy Grechi per la sua gentilezza, sorriso, disponibilità e professionalità, grazie a Michele del Play Ground Beach, a Helena e Anna delle Saline, al Museo Remo Brindisi e a tutto il pubblico, vario e curioso, che si è mosso nonostante il caldo torrido e paralizzante!

Siamo stanchi ma felici!

Questo un primo breve registro del concerto all’alba di stamattina al Lido di Volano, interpretando lo Choro Neco di Marco Ruviaro, dedicato a suo padre Valdo Ruviaro! 🙂 Il suono non è un granché ma ne arriveranno di migliori!

Video di Giulio Casoni.

Giornate di straordinaria bellezza

Montepulciano. Ci sistemiamo sulla scalinata di Piazza Grande. C’è il sole, 22 gradi e poco vento.

Cosa può succedere a Choro de Rua in 8 ore?

Non iniziamo neanche a suonare e avanzano verso di noi due tedeschi, una coppia sulla 60ina, lui occhi azzurri, capelli bianchissimi, mezzo bruciacchiato dal sole e dall’inglese un po’ incerto, lei occhiali da sole avvolta in una grande stola arancione. Li riconosco. Ci hanno visti e ascoltati con grande attenzione ieri a Pienza. Hanno comprato anche un disco e sorridono… buon segno. Si avvicinano e vogliono comprare anche il secondo disco (quello di Marco) perché, dicono, quello in duo è stata una grande e piacevolissima sorpresa, quindi ne vogliono un altro. Benone! Grazie! Complimenti, saluti e baci.

Passano due ore e mezza di sorrisi, domande, chiacchiere, gratitudine, musica, bambini imbambolati, dischi venduti a persone dalle più svariate nazionalità, pose, foto, video…

A pranzo prendiamo i nostri due bei primi da asporto (da mangiare con piatto in ceramica e forchetta in metallo che poi diamo indietro a fine pasto): pici al ragù e tagliatelle asparagi e pancetta croccante. Gnam! Li gustiamo comodamente seduti sulla scalinata, guardando la bellissima piazza e osservando, divertiti, il variegato pubblico. Dura la vita!

Andiamo a pagare. Si avvicina un signore sopra la sessantina, probabilmente statunitense… sta in silenzio. Entrambi aspettiamo la commessa alla cassa, che non arriva. Arriva. Lui parla per primo, ma si rivolge a me: “Lei è la flautista?”, “Sì”. Poi si gira verso la commessa e, con tono gentile ma deciso, aggiunge: “Gradirei offrire il pranzo ai due musicisti”. Ed io: “No, no, la ringrazio”, “Insisto, mi farebbe davvero piacere, ci avete intrattenuti prima e durante il pranzo, la prego”. Non ho molta scelta: “… va bene, grazie di cuore!”.

Nel frattempo scopriamo che i nostri nuovi amici di Wisionaria ci hanno scattato una foto dall’alto delle loro finestre sulla piazza e hanno anche registrato un piccolo video che pubblicheremo nei prossimi giorni.

Gruppo di asiatici… sorridono. Li riconosco. Li abbiamo visti a Siena due giorni fa.

Il bimbo di 5-6 anni si siede molto vicino a me insieme alla nonna e ascoltano. Fra un pezzo e l’altro lo sento parlare in cinese… non resisto, mi rivolgo a lui nella sua lingua attirando i genitori e con grande sorpresa della nonnina.
Si siedono tutti al nostro fianco e con l’aiuto dell’inglese (il mio cinese è ormai ridotto uno straccio) scopriamo che vivono in Nuova Zelanda, perché Parker, il babbo (quello col cappello nella foto) voleva dare più sorrisi, apertura mentale e una qualità della vita più alta alla sua famiglia: che bellezza!

I cinesi Yufan, Parker e famiglia, uno dei tanti begli incontri che capitano ogni giorno a Choro de Rua

I cinesi Yufan, Parker e famiglia, uno dei tanti begli incontri che capitano ogni giorno a Choro de Rua

Si parla di vita, di equilibrio, di musica e, ad un certo punto, intonano tutti (Yufan, Parker, la nonna e un’amica) un canto di musica tradizionale cinese, una poesia: 60 secondi surreali, quasi una magia.

Mi commuovo e mi sento grata.

Se volete passare anche voi una giornata come questa, veniteci a trovare e a suonare con noi! 😀

Aeroplanando makes a stopover in iTunes and in many other digital stores!

It doesn’t matter if you passed by Siena and with our music still in your heads, you kicked yourselves on your way home for not having purchased our album.

Whether you live in Honolulu or Canicattì and Choro de Rua hasn’t yet arrived in your city (and you think that there is a good chance that will never happen…), don’t worry and do not stress, no more: finally our latest album Aeroplanando is also available on the major digital stores listed below and on many others! For those who would like to purchase a track, or two, or the entire album, know that from today on you can! Buy it right now at CdBaby!

You will also find Aeroplanando in a lot of online music stores, as iTunes, Google Play, Amazon etc. Of course we can’t wait for spring to blossom with its warm air to bring again the Choro to the streets, to the people, wherever there may be a need, in Italy or anywhere in the world, and to see again the spark in the eyes of that people who listen carefully to us playing, want to purchase the album directly from us, speak with us to discover who we are, why we are there and understand the mysterious music we bring around the world…